I miei sandali




Salve, benvenuto!

Questo blog si regge solo ed esclusivamente grazie alle sole DONAZIONI.

Se ritieni che le informazioni in esso contenute siano utili e desideri contribuire, puoi scegliere tra due metodi di sovvenzione di seguito elencati.

Se potrai aiutarci ti saremo grati e potremo informarti maggiormente e puntualmente. GRAZIE!

DONAZIONE

Donazione in abbonamento, in base alle tue intenzioni e possibilità:

DONAZIONE




 

“Quanta strada nei miei sandali …“, così recita una canzone di Paolo Conte. Nonostante le suole dei sandali di coloro che si reputano sovranisti, ma che tali non sono, siano oramai logore, c’è ancora molta strada da fare. Il pensiero è rivolto a quanti, baldanzosi, irriducibili nella loro contorta ed egoica forma mentis, convinti di essere sempre i più saccenti, deridono le “disgrazie” altrui, senza comprendere che quelle che loro considerano tali, sono in realtà esperienze ponderate e volute da chi, senza atteggiarsi a sommi, hanno il coraggio di esprimersi e attuare il cambiamento scendendo sul campo con iniziative tangibili, sono quindi di gran lunga avanzati e di sandali ne hanno già cambiato più di un paio. Pertanto, a quanti deridono ogni documento, atto o iniziativa impavida volta a cambiare lo stato delle cose, consigliamo di tacere una volta per tutte, se non altro per evitare di inquinare l’aria, perché non è con la presunzione di essere migliori degli altri che il mondo si cambia. L’atteggiamento individualistico egoico o peggio l’appartenenza a gruppi distinti è l’ennesima prova che l’essere umano è ancora ben lungi dal raggiungere la consapevolezza e conseguente libertà. Il problema non sta quindi nel contendersi la ragione tra diversi gruppi o movimenti, ma nello stesso fatto di appartenervi, accettando conseguentemente la posizione di uno o più leader, praticamente abbandonando un gregge con l’arroganza di ritenersi fuoriusciti dal recinto e inserendosi, d’altra parte, in un altro gregge e conseguente nuovo recinto, magari solo un po’ più grande.

Non è quindi con la critica altrui che si cambia lo stato delle cose. Questo atteggiamento serve solo all’èlite per continuare a dividere e imperare tra gli schiavi. Sì perché con diverse prerogative ma pur sempre di schiavi si tratta.

Solo pochi con la consapevolezza che si troveranno davanti ad ostacoli osano, gli altri si defilano da codardi. Sono proprio gli atti eroici che ne fanno dei grandi. Il mondo è per coloro che hanno il coraggio di cambiarlo, per gli altri, solo ci “sarà pianto e stridor di denti”.

Recita un passo: «Lascia che i morti seppelliscano i loro morti; tu invece va’ e annuncia il regno di D’Io»

 




Prima di lasciarti ti ricordiamo che attraverso le sole donazioni è possibile rimanere costantemente aggiornati su tematiche alternative, difficilmente reperibili sui canali tradizionali. tuoi DONI a dar vita a questo Tribunale che si sovvenziona grazie alle sole DONAZIONI. Se ritieni e desideri contribuire, puoi scegliere tra due metodi di sovvenzione di seguito elencati.

Se potrai aiutarci ti saremo grati e potremo informarti maggiormente e puntualmente. GRAZIE!

DONAZIONE

Donazione in abbonamento, in base alle tue intenzioni e possibilità:

DONAZIONE

Arrivederci!




 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...