(38) Conclusioni

 

A questo punto del libro, al lettore, se totalmente a digiuno di questi argomenti, e soprattutto se ha avuto la costanza di arrivare sino in fondo, dovrebbe essere chiaro, ci creda o meno, che la realtà supera di gran lunga la fantasia, e che questo mondo è governato da forze oscure che, talvolta, s’impadroniscono delle menti di individui già malvagi di per sé, fagocitandoli e rendendoli schiavi per i loro scopi nefasti. Guerre, carestie, crisi, ecc., sono causate da questi personaggi al servizio di entità ancor più maligne, extra dimensionali, non visibili perché vibrazionalmente distanti dalla frequenza della nostra condizione materiale, e che si nutrono delle emozioni inferiori degli Esseri Umani. Siamo nella scia dell’era pesante del ferro, quella che gli Indù chiamano del Kali Yuga. Epoca che ancora dovrà conoscere orrori prima che la vibrazione si sollevi, cosa per altro in corso, e che col passare di questo periodo di transizione, allontanerà vibrazionalmente le forze oscure, asservite da tanti individui senz’anima, larve, case vuote. In questa dimensione duale bene e male si contrappongono e si compensano senza che nessuna prevalga, mantenendosi in costante equilibrio, e così continuerà ad essere sino a quando non si raggiungerà una centratura, una sintonizzazione, annullando la dualità, gli opposti, che possa far cessare tutte le atrocità. Il bene e il male sono due facce della stessa medaglia, da sempre illustrate nelle sedi massoniche dai pavimenti a scacchi bianchi e neri, l’immemorabile lotta tra il bene e il male. La dama (la parola deriva dal latino “domina” ed indica il “pezzo sovrano”), antichissimo gioco di cui non si conosce esattamente l’origine, rappresenta anch’esso la lotta tra la luce e le tenebre. Non a caso, la partita può finire patta, così come nel gioco degli scacchi che usa lo stesso campo da gioco. Si tratta in fondo di una metafora riferita alla lotta interiore dell’Essere Umano (in ebraico a-dam-o / dama = uomo).

Uno dei modi che l’élite utilizza per il raggiungimento dei propri obiettivi, principalmente attraverso gli strumenti di diffusione quali televisione, radio e carta stampata di loro possesso, è quello di rendere partecipe, inconsapevolmente, la massa dei propri obiettivi in agenda, sfruttando il potere delle menti, ben consapevole che l’Essere Umano è divino quindi creatore allo stesso tempo. Il risultato lo si ottiene facendo in modo che il più alto numero di persone possibile si concentri su un unico obiettivo da loro voluto, facilitandone così la realizzazione. Per fare un esempio pratico, analizziamo la recente elezione del Presidente USA Trump, pianificato dall’élite da tempo. Per far sì che le elezioni andassero come stabilito dalla Casta, già nel 2000, nella serie televisiva animata dei Simpson, compariva una scena di un candidato alle presidenziali, chiamato Trump, del tutto simile a quello vero, intento a salutare la folla mentre scendeva su una scala mobile. Durante questa scena, a una persona del pubblico soprastante, cadeva un foglietto bianco con la scritta “vote”. Nel 2015, la stessa scena si ripeteva identica, ma questa volta nella realtà, con tanto di caduta di un foglio dalla balaustra, esattamente come nel filmato animato di ben quindici anni prima. Cosa è successo nel frattempo. La proiezione del cartone animato ha fatto sì che la scena si imprimesse nella mente di moltissime persone e con la sua ripetizione ne acquisisse forza sino a renderla tangibile nella realtà, grazie al potere mentale degli Esseri Umani.

image001

Serie televisiva animata dei Simpson e Campagna elettorale USA 2015/’16

L’élite, conscia del potere mentale degli Esseri Umani, escogita un altro stratagemma per poterli tenerli a bada, ovvero li circonda di costruzioni imponenti, quali cattedrali, università, tribunali, aeroporti, ecc., così da farli sentire, a confronto, piccolissimi, quindi insignificanti, diminuendo il proprio livello di consapevolezza. Un altro modo attraverso il quale imbrigliare gli ignari cittadini è stato ideato nel tempo al fine di privarli della proprietà privata tramite le registrazioni presso i pubblici registri. Così come è stato fatto per i figli (proprietà privata: termine giuridico che dovrebbe essere sostituito con proprietà propria, in quanto tale, per poterli considerare liberi), tutti i beni mobili e immobili finiscono per essere regis-trati (consegnati al Re) per volere del sistema e l’ingenuo consenso dei diretti interessati. Così, ciò che dovrebbe essere di proprietà, come ad esempio la casa, diventa tassabile e ottenibile dietro concessione, ciò che dovrebbe essere di libero scambio, come le merci, diventano anch’esse tassabili e lo scambio diventa vendita tramite licenza, ciò che dovrebbe servire per gli spostamenti del libero viaggiatore, come l’auto, diventa l’automezzo, conducibile dietro rilascio di patente, ecc. Come si può notare, ancora una volta, con la parola, il verbo, il sistema ci ha intrappolato con finzioni giuridiche che nulla hanno a che fare con l’Essere Umano, ma rientrano esclusivamente nel settore commerciale. Sino a quando gli individui si riconosceranno nella finzione giuridica e continueranno, volontariamente, a registrare i loro averi e registrarsi presso gli enti del sistema, continueranno a subire la condizione di schiavitù. Il consiglio è quello di approfondire l’argomento, così da saper distinguere, e poter usare correttamente, distinguendo tra termini legalesi e liberitari.

I modi per districarsi nelle fitte maglie del sistema possono essere i più svariati. Una delle domande più frequenti che mi viene rivolta circa la sovranità è quella che riguarda il docu-mento di riconosci-mento (parole che sottintendono la doppia menzogna sulla vera identità divina). A tal proposito segnalo il “The World Government of World Citizens” (WGWC) che, attraverso la “World Service Authority” (WSA) ‘Autorità non governativa’, da decenni, rilascia ogni genere di certificato, da quello di nascita alla Carta d’Identità compreso il Passaporto. L’organizzazione mondiale ha sede a Washington D.C. e si fonda su tre principi o leggi del mondo: uno Spirito, un Mondo, una Umanità, liberi da Governi. Ad oggi ha rilasciato nel mondo più di un milione di Passaporti. Il sito internet dove poter approfondire la sua storia e al quale rivolgersi per ottenere i documenti è raggiungibile al seguente indirizzo: http://www.worldservice.org/

image001

Passaporto mondiale

Prima di usare questo documento è opportuno verificare se il Paese dove ci si reca lo accetta, per evitare problemi in dogana. Per far sì che possa diventare il sostituto dell’attuale passaporto è necessario che molti individui, contemporaneamente e con convinzione, ne facciano uso, così da creare consuetudine, e come sappiamo la consuetudine fa legge. Il grande Italo-Australiano Santos Bonacci, che consiglio approfondire, ci fornisce un’altra possibilità ossia, l’inoltro della richiesta di passaporto diplomatico, in virtù della condizione di nativi con diritti e crediti, piuttosto che in quella di cittadini, con doveri e debiti. Comunque sia, essendo tutto in continua evoluzione, non è escluso che, dopo l’uscita di questo libro, potranno esserci a disposizione ulteriori strumenti.

Il Sistema, da secoli, ha fatto in modo di condizionare le menti dell’intera umanità, soprattutto si è impegnato a dividere per meglio dirigere. Le divisioni che ha creato sono molteplici e davvero ingegnose. Ha creato le Nazioni, disegnando linee immaginarie esistenti solo sulle cartine politiche ma non nella realtà, le classi sociali, i partiti politici, ha creato i gendarmi per far sì che esistessero i farabutti, e viceversa ha creato i ladri per dar vita alle guardie, è arrivato addirittura a creare più società calcistiche in seno alle stesse città, così da creare divisione anche nello sport. Tutto si basa sulla competizione e non sulla collaborazione, sul capitalismo e finanza e non sull’economia. Ha distratto l’Umanità con cose frivole e insignificanti, ha indottrinato con menzogne, ha fuorviato, ha frodato, ha fatto ogni scempio possibile e mai immaginabile, insomma ce l’ha mesa tutta per farci dimenticare chi in realtà siamo, esseri divini! “Chiedi e ti sarà dato!” . Ma chiedi a chi se non a te stesso? Ci vuole tanta fede, ma in se stessi e non in qualche entità esterna che ci verrà a tirare fuori dalle difficoltà, perché non verrà nessuno, ce la dobbiamo fare da soli! La soluzione a tutti i problemi è quindi solo ed esclusivamente una ed è già dentro di noi, si chiama totale consapevolezza. Per essere vincenti bisogna essere forti. La prima cosa da fare, che consiglio, è quella di “gettare” alla spazzatura quel marchingegno diabolico chiamato televisione, la seconda è quella di scegliere una sana alimentazione, la terza di accertarsi sulla presenza di sostanze tossiche e metalli nel proprio corpo e ripulirsi di conseguenza, soprattutto evitando i vaccini. Insomma adottare uno stile di vita consono, avendo cura della propria mente e del proprio corpo.

Stiamo continuamente subendo ogni genere di sopruso, accettando passivamente e senza consapevolezza col nostro silenzio-assenso, divenendo complici a nostra volta del sistema schiavista. Stiamo perdendo progressivamente i nostri inalienabili diritti e subendo ogni sorta di umiliazioni. Siamo trattati peggio delle mandrie ad ogni spostamento che prevede l’imbarco su un mezzo di trasporto, dove veniamo letteralmente denudati con la scusa della sicurezza. I luoghi pubblici e di transito sono sempre più militarizzati per renderci ulteriormente schiavi e impauriti. Siamo arrivati davvero ad una condizione di non ritorno. A questo punto, per uscire da questo incubo, ogni giorno più inquietante, rimane solo una strada: SVEGLIARSI! Quando si acquisirà la consapevolezza, si comprenderà chi si nasconde al vertice della piramide e come evitare la condizione di schiavitù per il presente e per l’avvenire.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bibliografia:

http://ioeternaessenza.blogspot.it/

http://www.annavonreitz.com

YouTube: METEMPSICOSI RELOADED (Victor Varjabedian e Jordan Maxwell)

Annunci

3 pensieri su “(38) Conclusioni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...