Il grande inganno

Solo una mente superiore e contorta, extraumana, avrebbe potuto ordire dei così vasti e incredibili inganni come quelli della frode del nome, della menzogna della religione e del ricatto del lavoro e del denaro. La massa, incantata dagli organi d’informazione al soldo della massoneria più bieca, continua ad essere abbindolata sino a ridursi a meri zombie telespettatori, e si sa, più volte è ripetuta una menzogna e più questa diventa verità assoluta. Riuscire a comprendere i meccanismi della schiavitù indotta non è difficile, la difficoltà sta nell’accettare, dopo aver compreso, che siamo stati ingannati, ed egoicamente, una parte dell’uomo, per orgoglio, questo non lo accetta di buon grado. Moto spesso si sente raccontare da svariati relatori sul valore intrinseco, di quella che un tempo fu la moneta, legato all’oro. Ma cosa significa il legame con l’oro? Se analizziamo superficialmente la cosa e ci accontentiamo delle parole dei cosiddetti sapienti, o saccenti che dir si voglia, ci limitiamo a conoscere che dei pezzi di carta colorati, con sopra scritti dei numeri, rappresentano, in certo qual modo, un certo quantitativo d’oro e rispettivo valore. Valore per altro convenzionale, non reale ma stabilito, da terzi. Per quanto l’oro sia un metallo nobile, il più nobile, il suo valore è comunque stabilito dall’essere umano, per convenzione. Come, per convenzione, è stabilito, anzi era, il rapporto tra questo e le valuta in circolazione. Così come sempre l’uomo ha stabilito quale doveva essere la moneta trainante. Insomma, qualsiasi cosa imposta alle masse è frutto di convenzioni decise da altri, senza mai l’interpello di nessuno che appartenga alle classi sociali più elementari. Perciò, affermare che prima del 1971 il dollaro avesse un controvalore ha senso sì, ma sino ad un certo punto. Nel significato che successivamente a tale data, pur essendo vero che la valuta non ha più il valore precedente, non è che sia cambiato molto, nel senso che qualsiasi valore le si attribuisca è sempre e comunque frutto di una convenzione! Perché sottolineo questo. Per il fatto che solo attraverso un’analisi più profonda comprendiamo che la moneta è solo una illusione che ci tiene ancorati a questa condizione di schiavitù e che solo un’altra convenzione ci può tirare fuori, questa volta però stabilita dai diretti interessati, senza ingerenza alcuna. Questa è la base del ragionamento logico che sta dietro alla creazione e gestione dello strumento di semplice scambio chiamato valuta che, rigorosamente, deve essere o tornare ad essere di proprietà del popolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...