(15) “segue” Le Terminologie

Il Trust del Patrimonio Globale ha più di 400 anni. Era più vecchio di quanto siano gli Stati Uniti oggi, quando gli Stati Uniti d’America si formarono. Esso ha organizzato l’intero pianeta in base al suo sistema di distretti postali, chiamati anche “distretti federali” in America. Il Trust del Patrimonio Globale e i servizi che esso fornisce (servizi legali, servizi bancari, servizi di polizia, servizi postali) è così onnipresente, così integrato in tutto il mondo, che prendiamo la sua esistenza per scontata e erroneamente pensiamo che siano i rispettivi governi individuali a fornire tutto questo. La verità è che il cosiddetto “governo federale” in America è sempre stato posseduto e gestito come una società privata a scopo di lucro fornitrice di servizi governativi, operante sotto contratto per fornire certi determinati servizi governativi, e, nella storia più recente, è stato gestito come una società ombrello con filiali create in franchising e come agenzie subappaltatrici per fornire quegli stessi servizi del Trust del Patrimonio Globale e delle sue controllate nazionali. (Nota a margine: nel 18° secolo, quando venne redatto il contratto originale di giustizia conosciuto come “La Costituzione per gli Stati Uniti” (ndt: esattamente con queste minuscole e proposizioni, The Constitution for the united States), la parola “federale” era sinonimo di “contratto”, così che la natura del governo, quale entità sotto contratto per fornire servizi, era evidente per la gente. Le legislazioni statali formatesi per rappresentare la giurisdizione delle terra come Nazioni separate, equivalenti più grandi delle città-stato, e le genti che abitavano questi stati organici, erano chiaramente a conoscenza della natura sottoposta del governo federale in tutte le questioni non espressamente ad esso delegate, così come lo erano i Fondatori e gli Artefici della Costituzione. L’articolo X riserva chiaramente tutti gli altri diritti agli stati e alle genti. In sintesi, tutto il nostro pianeta riceve servizi di governo da una gigantesca direzione fiduciaria interconnessa: il Trust del Patrimonio Globale. La gentilezza con cui generazioni di Papi hanno esercitato il loro potere come Primo Amministratore Fiduciario non deve essere confusa con la mancanza di forza, ma piuttosto come il rispetto per il Libero Arbitrio e la riluttanza ad interferire con coloro ai quali era stata affidata l’amministrazione dei loro propri affari. Nel regno temporale, un Papa è un uomo come ogni altro uomo ed è spesso difficile conseguire tutti gli obiettivi e essere certi dell’appropriatezza delle azioni. La moderazione e la tolleranza sono state quindi le caratteristiche dell’esercizio del potere temporale dei Papi per molti decenni, ma ora siamo entrati in un tempo nel quale la corruzione e la criminalità sono progredite così tanto in molte delle società di servizi governativi in tutto il mondo, che il mantenimento del ruolo di Fiduciario Globale ha richiesto l’intervento del Papa e della Santa Sede. Nel corso del tempo centri di servizio specializzati organizzati come città-stato indipendenti hanno rilevato alcuni aspetti specifici delle operazioni del Trust del Patrimonio Globale. Questo cosiddetto “Impero della Città” abbraccia il mondo intero. Roma e Città del Vaticano rimangono la casa madre delle operazioni responsabili dell’amministrazione generale mondiale. La Inner City of London, nota anche come “Westminster”, è una città-stato separata, indipendente e internazionale all’interno di Londra ed è sede del Tempio della Corona (Crown Temple) che amministra i servizi legali ed è anche la sede del centro di Fleet Street per i servizi bancari internazionali. Il Distretto di Columbia, un’altra città-stato, è il centro mondiale per i servizi di difesa e di polizia. Le Nazioni Unite, l’ennesima città-stato indipendente, è il centro del commercio internazionale, degli aiuti, e delle trattative.

image001.png

Nel corso del tempo, la fornitura di parecchi di questi servizi è stata organizzata da diverse società a scopo di lucro e da organizzazioni operanti in ciascun paese sotto gli auspici di un vasto Trust di Organizzazione della Gestione (Trust Nazionali) con le funzioni di governo nazionale. Quasi tutti i governi nazionali sono state incorporati dalla Santa Sede. Il governo nazionale americano non fa eccezione. Il Papa nelle funzioni del suo ufficio temporale e la Santa Sede e le relative ramificazioni di gestione amministrativa, cioè il Vaticano, la Curia Romana, la Corona Britannica, il Tempio della Corona, le Nazioni Unite, il Pentagono, la Banca Vaticana, l’Unione Postale Universale e un gran numero di altre concessionarie e agenzie del Trust del Patrimonio Globale, forniscono quasi tutti i servizi governativi nel mondo, oltre al loro ruolo nell’amministrare i vari obblighi nei confronti dei differenti Trust Nazionali. Il Trust del Patrimonio Globale è di gran lunga la più grande società di capitali sulla Terra. In effetti, il concetto stesso di “incorporazione” è stato creato dalla stessa Santa Sede e entità incorporate continuano ad essere create e gestite interamente sotto i diritti di copyright e le forme di diritto amministrativo della Curia Romana. Il Papa ha il diritto indiscusso di liquidare qualsiasi entità incorporata che non sia funzionante in modo lecito e secondo il suo statuto. Egli può anche ordinare la distribuzione ai creditori delle attività aziendali di qualsiasi entità incorporata che egli stesso liquida, e può modificare o annullare secondo il proprio volere qualsiasi disposizione statutaria approvata da qualsivoglia governo incorporato. La gente non vede il Trust del Patrimonio Globale nello stesso modo in cui non vede la Terra sotto i propri piedi. È sempre stato lì. Lo prende per scontato come parte del paesaggio del mondo, ma in realtà, è il risultato di un instancabile, cosciente, determinato sforzo, profuso per secoli di tempo. Vi è, in sostanza, un “governo mondiale” ed esiste grazie tutto lo sviluppo del continente nordamericano come potenza commerciale e politica, dalle prime esplorazioni e colonizzazioni fino ai nostri giorni.

Quando una nuova nazione nasce ed entra nella comunità internazionale come gli Stati Uniti d’America nel 1776, inizia un confronto circa la rappresentazione del territorio e per le sue risorse. Una volta che tale disputa è stata risolta, il Papa, che agendo nel suo ruolo temporale è il Disponente di tutti i beni che perterranno al Trust Nazionale che viene stabilito, riconosce formalmente la nuova nazione. Come primo passo in questo processo, viene fondato un distretto postale e viene creato un ufficio postale per la sede del governo. Benjamin Franklin aveva compiuto questo passaggio più di venti anni prima della Rivoluzione Americana. Ci sono quattro soggetti, che si incontrano molto spesso, che abitualmente si autodefiniscono all’apparenza come “the United States” o “United States of America”, tre “Costituzioni” di questi soggetti alle quali generalmente si fa riferimento, e tre versioni di “Congresso degli Stati Uniti” in gioco. In tutto, ci sono più di 350 diversi significati legalmente riconosciuti delle quattro parole “united states of America”, per cui è necessario tracciare una linea e mettere a fuoco per un momento solo due di queste entità, quelle che rappresentano i veri Trust Nazionali. C’è The United States of America (Major) che rappresenta i 50 stati americani che agiscono in perpetua unione garantita dagli Articoli della Confederazione, e c’è the United States of America (Minor) che consiste del Distretto di Columbia e di “altri Stati insulari”, Guam, Portorico, le Samoa Americane, e altri. Per aumentare la confusione, oltre a queste entità basate sul trust, abbiamo anche una società commerciale annessa, costituita in affari come la United States of America, Inc., un’altra società commerciale in affari come UNITED STATES OF AMERICA, INC., ed ulteriori entità come la USA, la UNITED STATES OF AMERICA, E PLURIBUS UNUM THE UNITED STATES OF AMERICA e così via. Siate consapevoli delle confusioni semantiche e degli inganni che abbondano di conseguenza. Si notino le leggere differenze nei nomi: le maiuscole, la punteggiatura, e le preposizioni utilizzate nel presente documento. Ogni nome leggermente diverso nell’ortografia o nella punteggiatura denota un soggetto giuridico distinto. Il grassetto è usato qui solo per contribuire a risolvere alcune di queste naturale confusioni e per sottolineare punti importanti di interesse. Abbiamo The US Trust (Major) e the US Trust (Minor) che sono entrambi trust operanti a livello nazionale controllati dal Trust del Patrimoni Globale, operanti in tandem nella regione del Nord America. Gli “stati” del the United States of America (Minor) sono “stati dell’America” nello stesso senso in cui i paesi del Sud America sono “stati dell’America”; ad esempio, la Organization of American States è un’organizzazione di quelle che vengono comunemente pensate come nazioni, ma che possono ugualmente essere chiamate “stati” e anche “stati americani” senza con ciò implicare che esse siano “stati” affiliati con The United States of America (Major) o con the United States of America (Minor). Quando venne fondato The US Trust Major a beneficio di The United States of America, l’unione degli attuali 50 stati organici, i beneficiari designati erano gli Americani ed i loro diritti naturali e inalienabili vennero riconosciuti come attività protette dal contratto nazionale fiduciario contenuto nel Preambolo e nella Carta dei Diritti di un contratto originale di giustizia conosciuto come “The Constitution for the united States of America”. Tutti gli abitanti degli stati organici, geograficamente definiti, sono gli uomini e le donne viventi. A tutti si applica la Common Law Americana (la Legge della Terra) come forma di legge. L’intero governo civile sulla terra è pertinente a ogni e ciascuno di tutti loro. La giurisdizione dell’Aria protegge loro e le loro proprietà e si interfaccia con i governi che operano nella giurisdizione del paese terra per garantire la corretta amministrazione. I servizi governativi previsti dalla Costituzione originale venivano forniti da una Organizzazione di Gestione Fiduciaria operante come società privata, a scopo di lucro, ma non incorporata, nota semplicemente come “The United States”, che fu organizzata dai Padri Costituenti, soprattutto Benjamin Franklin, John Adams, Thomas Jefferson, James Madison, Alexander Hamilton, Benedict Arnold e George Washington. “La Società” fu organizzata nel 1754 da Benjamin Franklin. George Washington è stato il suo undicesimo presidente. Essendo il più grande proprietario terriero in America del Nord, Washington fu una scelta ovvia. Il principale obiettivo di questa entità commerciale, che era in via privata pienamente sostenuta da re Giorgio III d’Inghilterra, era l’espansione verso ovest della colonizzazione al di là dei Monti Appalachi, in violazione del Trattato di Delaware, che il re aveva firmato con le Nazioni Native poco prima della Rivoluzione americana. Da questo punto di vista e dai susseguenti accordi raggiunti con i leaders della Rivoluzione, si può ragionevolmente dedurre che l’intera operazione fu concepita, orchestrata, e realizzata con il supporto di poteri europei semplicemente interessati a garantirsi una fetta molto più grande della torta garantita dall’espansione verso ovest, che è stato permessa per mezzo dell’artificio della creazione un nuovo governo. I ritratti sia di Washington che di Franklin venerati nell’oasi del Middle Temple nella Inner City of London, suggeriscono che essi erano in realtà agenti della Corona che facevano il lavoro sporco per conto di re Giorgio III, un fatto evidente anche nel Trattato di Parigi, in cui il re è riconosciuto come “il Principe” degli Stati Uniti d’America, dove gli vengono assegnati tributi in risorse minerarie e gli viene garantita un egemonia perpetua nel governare gli affari commerciali e internazionali degli Americani. Il Presidente e i membri del Congresso ancora prestano il loro giuramento agli “Stati Uniti”, non agli Stati Uniti d’America; tuttavia, questa è una società diversa, chiamata con un nome con lo stesso suono, the “UNITED STATES”. Questo dà luogo a confusione nello stesso modo in cui due uomini chiamati “John” possono essere scambiati l’un per l’altro. Fate attenzione a questo stesso uso di “scambio di persona” come scusa per la frode e il dispotismo in tutto il sistema attuale. L’incarico di Presidente è ed è sempre stato l’incarico di dirigente di una società privata, non un incarico politico, e, di conseguenza, ancora oggi, il Presidente viene eletto nel suo incarico da un Collegio Elettorale convocato in privato, non da parte degli elettori in qualsivoglia Elezione Generale. La prima, originale e non incorporata Organizzazione di Gestione Fiduciaria, gestita dal presidente George Washington, venne messa in bancarotta dal presidente Abraham Lincoln il 24 aprile 1863 a seguito del costo della guerra civile. Seguirono undici anni di “Ricostruzione”, anche conosciuta come riorganizzazione fallimentare e iniziò un’usurpazione tranquilla basata sull’inganno semantico e sulla frode neanche troppo nascosta. L’amministrazione del trust nazionale americano passò a una nuova Organizzazione di Gestione Fiduciaria con il nome di “the United States of America”, in affari con il nome di “the United States of America, Inc.” gestita da un elenco di banche internazionali (che divenne poi la Federal Reserve). Per una miglior comprensione di questo, si devono leggere gli Atti di Ammissione del 1850 che delineano chiaramente il ruolo e l’identità degli originali, organici e non incorporati stati americani rispetto agli United States, e la differenza tra le organizzazioni fiduciarie con nomi simili e le società di servizi commerciali. Leggete anche l’Atto di Ricostruzione del 1867 e la Legge del 1871 che incorpora l’amministrazione municipale (città-stato) del Distretto di Columbia. Quando il secondo Trust Nazionale conosciuto come “the US Trust” venne costituito a beneficio della nuova città-stato del Distretto di Columbia nel 1871, i beneficiari designati non erano “Noi, il Popolo” (“We, the People”) del Trust Nazionale originale, ma un mix di persone viventi nate nel distretto di Colombia e in altre oasi territoriali federali, tra cui Portorico, Neri Americani ai quali non era mai stata concessa la cittadinanza dopo la guerra civile, dipendenti federali, membri delle forze militari in servizio attivo, e le entità incorporate costituite sotto l’egida “the United States of America (Minor)”. A differenza di The United States of America (Major), the United States of America (Minor) consente alle aziende registrate sotto la sua egida di essere “cittadini”, un fatto che ha portato frodi e criminalità a non finire. Tutti i “cittadini statunitensi” (“US Citizens”) hanno solo “diritti civili” (“Civil Rights”), cioè i privilegi concessi da “il Congresso degli Stati Uniti” (“the US Congress”). Questa distinta entità nazionale inizialmente gestiva i suoi affari commerciali come “United States of America, Inc.”, una società registrata nel Delaware, sotto uno statuto pubblicato come the Constitution of the United States of America. Notate le differenze delle maiuscole e l’uso della preposizione “of” al posto di “for” che contraddistingue questa versione di “Costituzione” come un documento legale diverso dal contratto di giustezza originale conosciuto come The Constitution for the united States of America. Gli agenti di the United State of America (Minor) resero popolare anche “The Pledge of Allegiance” (Giuramento di Fedeltà) come un mezzo per fornire un tacito avviso pubblico e garantirsi la ricezione del consenso per le sue azioni, senza tuttavia rendere pienamente note la sua natura e le sue intenzioni o tantomeno il processo di usurpazione nei confronti di The United States of America (Major) nel quale era impegnato. Si prega di notare le effettive parole del Giuramento di Fedeltà: “Io (garantisce una affermazione di consenso individuale) prometto (un antico atto feudale) fedeltà (contratto) a the United States of America (la cui versione è definita solo dalla mancanza di maiuscola sulla parola “the”) e alla Repubblica (il governo degli stati organici originali) che essa rappresenta, una nazione, sotto Dio, indivisibile, con libertà e giustizia per tutti”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...